Come funziona la Speculazione #2 — Termini e Condizioni

ATTO I.  

SPECULARE SU QUELLO CHE SI POTREBBE FARE

Potenziale collettivo

§1. Il prezzo del biglietto di ingresso per tutte le performances, spettacoli, happenings, mostre, conferenze, film, etc. programmate nelle edizioni 2016 dei festivals di Santarcangelo dei Teatri, Short Theatre (Roma) e Terni Festival è incrementato di 1€.

§2. L’euro extra pagato dallo spettatore del festival è depositato in un fondo monetario chiamato: Fondo Speculativo di Provvidenza, d’ora in poi abbreviato in FSP.

§3. I soldi accumulati nel FSP non hanno una destinazione o un utilizzo predeterminato. Il capitale del fondo è un’accumulazione di puro potenziale.

Destino comune

§4. Chiunque acquisti un biglietto di ingresso dei festival, come menzionato al punto §1, diventa automaticamente socio del FSP.

§5. Il capitale del FSP appartiene equamente a tutti i suoi soci. La decisione in merito alla destinazione del potenziale è interamente nelle loro mani.

Agire in quanto socio del FSP: fare proposte, valutarle e fare il bagno di soldi

§6. Ogni biglietto di ingresso come descritto in §1 da il diritto a compiere una delle seguenti azioni durante uno dei tre festival:

a. Fare una proposta su cosa si dovrebbe fare con i soldi accumulati nel FSP
b. Squalificare una proposta che è stata fatta da un altro socio
c. Riqualificare una proposta che è stata squalificata da un altro socio
d. Fare un bagno nei soldi accumulati.

§7. E’ richiesto un biglietto di ingresso per ogni singola azione da compiere.

§8. Quando sono fatte le proposte sono qualificate per default. Fino al tempo di scadenza (vedi §9) i soci possono a ogni momento utilizzare il loro biglietto di entrata per cambiare lo stato della proposta da qualificata a squalificata, o da squalificata a qualificata (vedi §6b e §6c).

§9. Le proposte devono essere fatte di persona alla sede del FSP. Le squalifiche e le riqualifiche delle proposte possono essere fatte sia di persona che a distanza inviando un SMS al numero +39 329 37 99 558 durante l’orario di apertura della sede del FSP indicato in ogni programma del festival.

Il muro delle proposte e la piattaforma online

§10. Una volta fatta una proposta, essa diviene pubblica attraverso l’affissione al muro delle proposte situato alla sede del FSP.

§11. Le proposte sono anche visibili sulla piattaforma online (www.thespeculativefund.org) che rispecchia fedelmente il muro fisico.

Utente Re (parte 1)

§12. Ognuno, sia esso socio oppure no, può registrarsi come utente nella piattaforma online menzionata al §11. Gli utenti della piattaforma hanno la possibilità di ricevere delle notifiche quotidiane via email per seguire i cambiamenti sul muro delle proposte, interagire attraverso commenti e ricevere i soldi per la realizzazione delle proposte (vedi §18 e seguenti per più dettagli).

Come fare, squalificare o riqualificare, le proposte e come prendere il bagno

§13. Le azioni descritte al §6 sono soggette alle seguenti condizioni:

a. Le proposte devono essere scritte a mano su un prestampato in dotazione alla sede del FSP e devono contenere:

1) Il titolo della proposta

2) Un breve testo di spiegazione della proposta

3) Un budget, espresso in euro, con il quale si ipotizza la proposta possa essere realizzata

b., c. Le squalifiche e le riqualifiche per essere valide devono contenere:

1) Un breve testo che spieghi le motivazioni della squalifica o della riqualifica della proposta.

2) Il numero identificativo della proposta (solo per azione a distanza attraverso via SMS)

3) Il numero seriale apposto sul retro del biglietto di ingresso, che si usa per eseguire l’azione, nel formato S2.0X.XXXX (solo per azione a distanza attraverso via SMS).

d. Il bagno nei soldi del FSP deve essere fatto con vestiti appropriati.

Assemblee generali e scadenze decisionali

§14. Ciascuno dei tre festival menzionati a §1 si conclude con un’Assemblea generale dei soci del FSP. Le assemblee sono momenti performativi intitolati Assembly of the Parts. Tempi e luoghi esatti sono annunciati nei programmi dei rispettivi festival.

§15. Al momento di compilare una proposta, il socio deve scegliere una “data di scadenza” che corrisponde a una delle assemblee generali del FSP a conclusione dei festival menzionate al §14. L’ora esatta di scadenza della proposta corrisponde alla chiusura dell’assemblea generale del FSP.

§16. Durante l’assemblea generale, la sede del FSP è trasferita sul palco del teatro insieme al muro delle proposte descritto in §10. Il funzionamento del FSP va avanti con lo stesso meccanismo decisionale, eccetto il fatto che le proposte, squalifiche e riqualifiche avvengono in modo pubblico, con il pubblico presente all’assemblea generale.

Proposte speculative vs. proposte conservative

§17. Le proposte con una data di scadenza posticipata rispetto al festival in corso sono più speculative rispetto a quelle con la data indicante il festival in corso, che sono considerate più conservative. L’accumulazione di potenziale nel FSP continua a crescere nel corso dei tre festival, quindi proposte con scadenza post-datata hanno potenziale accesso più soldi. Questa strategia, dall’altro lato, espone di più la tua proposta a squalifiche anche dagli spettatori dei festival successivo. Puoi decidere anche di conservare alcun biglietti / quota del FSP per agire a distanza via SMS nei momenti decisivi.

ATTO II.

SCEGLIERE TRA TUTTO CIO’ CHE E’ POSSIBILE

Come il potenziale è attribuito alle proposte

§18. Quando una proposta arriva a scadenza, in chiusura delle tre assemblee dei soci, sarà qualificata oppure squalificata. Tutte le proposte che sono qualificate, con data di scadenza corrispondente all’assemblea in corso, hanno accesso al fondo per la realizzazione delle stesse e sono chiamate proposte finanziate. Invece le proposte squalificate, indipendentemente dalle date di scadenza, sono archiviate come proposte decadute.

§19. Se la somma del potenziale accumulato nel FSP al tempo di scadenza è sufficiente per coprire pienamente i budget richiesti dalle proposte finanziate, allora a queste proposte si attribuisce il budget pieno. Se, invece, la somma dei budget di queste ultime è più alta del totale disponibile, l’attribuzione del fondo si fa in proporzione ai rispettivi budget richiesti.

Proposta megalomane

§ 20. Se il budget di una singola proposta qualificata, al momento di scadenza, eccede rispetto al potenziale disponibile del FSP, questa proposta non accede ai fondi ed è automaticamente archiviata come proposta sovrastimata.

Potenziale residuo

§ 21. Tutto il potenziale del FSP non attribuito al momento di scadenza resta al FSP. E’ quindi trasferito al festival successivo, dove continua il suo processo di accumulazione. Il potenziale non attribuito alla chiusura dell’ultimo festival della Speculazione #2 (Terni), viene trasferito alla prossima speculazione del FSP, cioè Speculazione #3.

ATTO III.

 FARE CIO’ PER CUI SI E’ SPECULATO

Come il potenziale diventa realtà

§ 22. Quando una proposta è finanziata ( come descritto in § 18 e 19) entra nella fase di realizzazione. Il potenziale attribuito alla proposta non potrà più cambiare e potrà quindi essere soltanto destinato alla realizzazione di questa specifica proposta.

Utente Re (parte 2)

§23. La responsabilità delle realizzazione delle proposte finanziate è degli utenti registrati alla piattaforma online del FSP.

§24. Ogni utente registrato della piattaforma online può richiedere parzialmente o integralmente i soldi attribuiti alla proposta, in modo da spenderli per la realizzazione della proposta.

Come avere i soldi e come controllare come vanno spesi

§25. Per richiedere i soldi per la realizzazione di una proposta, gli utenti devono esprimere una intenzione di spesa, tramite la piattaforma online. Ogni intenzione di spesa deve riportare:

1) l’ammontare della richiesta,

2) la descrizione di come si vogliono usare i soldi.

§26. Al momento della messa online della intenzione di spesa, tutti gli utenti della piattaforma del FSP, ricevono una notifica email. Da questo momento, gli utenti dispongono di 48 ore per bloccare l’intenzione di spesa, postando sulla piattaforma online una opposizione di spesa, con la motivazione del disaccordo rispetto all’intenzione di spesa e, se ritengono, aprire quindi un dialogo con l’utente che l’ha emessa.

§27. Se le intenzione di spesa, che per 48 ore consecutive non ricevono opposizioni dagli utenti della piattaforma online,  allora l’utente che ha ne ha fatto domanda riceve  i soldi richiesti.

§28. Le opposizioni di spesa possono essere revocate dagli utenti che le hanno emesse. Quando un’opposizione di spesa è stata rimossa un nuovo periodo di 48 ore parte, nel quale nuove opposizione di spesa, e quindi nuovi blocchi, possono essere emesse.

Finché c’è sostanza si avanza

§29. Le intenzioni realizzative sono onorate finché l’intera somma attribuita alla proposta finanziata è completamente spesa.

§30. Le proposte di spesa che eccedono la somma disponibile per la proposta inerente, al momento di scadenza delle 48 ore di prova sono automaticamente sospese.

§31. I soldi assegnati alle proposte finanziate devono essere attribuiti, attraverso le intenzioni di spesa, nei 6 mesi successivi alla data dell’assemblea nella quale sono stati attribuiti, come descritto in §18. I soldi non assegnati allo scadere dei 6 mesi vengono automaticamente trasferiti alle prossime speculazioni del FSP.

Complicazioni amministrative

§32. Per le sfortunate ragioni amministrative e legali connesse con il mondo di oggi, le intenzioni di spesa emesse dagli utenti della piattaforma online devono essere esaminate prima di essere lanciate nella piattaforma online come descritto in §25.

Agli utenti, che vogliano lanciare un’intenzione di spesa, viene richiesto:

1) Un numero di telefono da comunicare agli amministratori del FSP per verificare che dietro a un nome utente ci sia un essere umano.

2) L’utente che desideri realizzare una spesa deve poter giustificare la somma ricevuta con valide fatture o giustificativi di spesa .

§33. Le intenzioni di spesa sono lanciate sulla piattaforma online, il giorno seguente al compimento delle verifiche descritte in §32 e in ordine cronologico delle ricezioni delle stesse. In caso di proposte lanciate nello stesso giorno, il momento dell’emissione dell’intenzione di spesa determina l’ordine di priorità di accesso.